[筷子] BacchetteForDummies2: come usare (bene) le bacchette cinesi

Seconda parte del tutorial Bacchette for Dummies. Le bacchette possono essere una croce e una delizia, divertenti al primo utilizzo ma poi che fatica farci un pasto intero! Qualche indicazione utile su come si usano le bacchette cinesi.

Perché imparare ad usare le bacchette cinesi? Ognuno ha una risposta individuale chiaramente, dal non far brutta figura con gli amici alla semplice curiosità. Sicuramente mangiare con le bacchette ha dei lati positivi: rispetto ad una forchetta, aiuta a mangiare più lentamente, con bocconi più piccoli; rispetto ad usare il cucchiaio permette di gustare i sapori uno per volta e di moderare la raccolta dell’intingolo.

In ogni caso, è utile imparare ad usare le bacchette se si pianifica un viaggio in Asia oppure per il desiderio di avvicinarsi ad una tradizione millenaria.

Le prime bacchette cinesi – datate intorno al 1200 A.C. – erano utilizzate come utensili da cucina.

Le bacchette diventano poi vere e proprie posate sia perché per la tradizione confuciana non è cosa buona e giusta portare i coltelli a tavola, sia perché la cucina cinese – ad asiatica in generale – prevede per lo più preparazioni già tagliate in pezzi.

Con le bacchette, comunque, si può fare davvero di tutto: mangiare un pesce intero, raccogliere un chicco di riso, spostare un tuorlo d’uovo senza romperlo. E’ solo questione di pratica.

Dopo aver scelto il paio di bacchette cinesi più adatte al proprio livello di expertise,si può iniziare la pratica. Eccome come usare le bacchette cinesi in tre semplici passaggi.

1 | Impugnare

Appoggiare un bastoncino sull’anulare, facendolo scorrere nell’incavo della mano. Questo bastoncino resta fermo e fa da perno per l’altro, mobile, che si prende tra pollice e indice, con l’ausilio del medio. Scriverlo o leggerlo è cento volte più difficile che farlo, come si vede nel video di zerolatta, divertente e giovane youtuber.

2 | Afferrare

Con le bacchette si può prendere qualsiasi cosa. Vedere per credere? Guarda i video di Bacchette for Dummies 4. Nella fase di apprendimento, comunque, molto meglio cimentarsi con bocconi di medie dimensioni e non troppo scivolosi. Solo quando si va forte con la carne in pezzetti si può passare a cose più sottili (ad esempio gli gnocchi di riso), scivolose (noodles in brodo), di grandi dimensioni (ravioli), oppure molto morbide (tofu).

3 | Insistere

Sicuramente ci saranno momenti di sconforto, in cui il pensiero della forchetta tenta più di quello della sigaretta. L’importante è insistere: leggi fisiche che regolano l’universo garantiscono che si-può-fare: si può mangiare qualsiasi cosa con le bacchette.

Ero a Pechino, a tavola con un’amica cinese quando, nel vedere la mia proverbiale ostinazione avere quasi la peggio sulla mia scarsissima destrezza, ricevetti da lei

il migliore e più poetico consiglio mai avuto in fatto di bacchette: cerca l’equilibrio.

Se ti viene voglia di stringere più forte il boccone che scappa, allenta la presa. Quando ti viene da avvicinare le dita alla punta, per aumentare la precisione, torna indietro verso il fondo.

Mangiare con le bacchette non è un gioco di forza, ma di equilibrio e di eleganza.

Tutto chiaro? Passa al livello successivo, il galateo delle bacchette (Bacchette for Dummies 3).